Salvini lancia su Facebook i “Gattini”. Che mangiano le sardine… FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 Novembre 2019 12:07 | Ultimo aggiornamento: 20 Novembre 2019 14:23
salvini gattini facebook

I gattini con Salvini

ROMA – Mentre continuano a formarsi un po’ in tutta Italia gruppi spontanei di “Sardine”, il movimento anti-Lega nato dal basso e apparso per la prima volta a Bologna in piazza Maggiore in concomitanza con l’incontro organizzato dalla Lega al PalaDozza, Matteo Salvini non sta a guardare e risponde con i “gattini”.

Il leader del Carroccio ha avviato una campagna social con cui cerrca di contrastare il movimento “sardiniano“. Lo scopo della campagna è ironico: il gatto salviniano ha fame e si mangia le sardine. Questo in estrema sintesi il messaggio lanciato con “i gatti per Salvini”: “Cosa c’è di più dolce e bello dei gattini? P.s. Ai vostri bambini felini piacciono sardine e pesciolini? Mettete la foto nei commenti! Miao!”

Il commento è apparso la sera di martedì 19 novembre sui canali social dell’ex ministro dell’Interno, con tanto di simbolo della Lega “rivisitato” per l’occasione. Nella foto un felino tiene con la zampa una sardina con il chiaro obiettivo di mangiarsela, come la Lega vuol fare con il movimento messo su da giovani elettori di sinistra.

L’iniziativa lanciata da Salvini ha riscosso ovviamente grande successo: quasi 5mila condivisioni e più di 10mila commenti al post, molti dei quali con allegata l’immagine di un gatto o di un animale domestico. Anche con questo post, Salvini e i suoi collaboratori dimostrano di essere molto furbo nell’utilizzo dei social. Il risultato ottenuto è importante: per questa ragione, l’ex vicepremier ha rilanciato l’inziativa la mattina di oggi, mercoledì 20 novembre, sempre sui suoi profili social. Qui è infatti apparsa una nuova foto con un altro gatto  seduto a tavola davanti a un piatto a base sempre di sardine.

E Salvini parla delle sardine anche durante una conferenza stampa alla Camera. Qualcuno gli chiede se ha paura delle sardine. Il leader della Lega, come mostra il video che segue,  risponde così: “Non avevo paura dei Casamonica figuriamoci se posso essere spaventato. Se poi qualcuno posta la mia foto a testa in giù sui social o se parla di sprangate sui denti, è un concetto un po’ strano della democrazia” ha concluso il leader leghista. 

Fonte: Facebook, Il Giornale, Agi, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev

 

gattini per salvini su facebook