Formula 1: Hamilton trionfa in Ungheria, Vettel secondo e Raikkonen terzo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 luglio 2018 17:40 | Ultimo aggiornamento: 29 luglio 2018 21:22
Formula 1: Hamilton trionfa in Ungheria, Vettel secondo e Raikkonen terzo

Formula 1: Hamilton trionfa in Ungheria, Vettel secondo e Raikkonen terzo EPA/VALDRIN XHEMAJ

BUDAPEST (UNGHERIA) – Lewis Hamilton, su Mercedes, ha vinto il Gp d’Ungheria, 12/a prova del mondiale di Formula 1. Il leader della classifica, partito in pole, ha preceduto il rivale per il titolo, Sebastian Vettel, secondo, e l’altro ferrarista Kimi Raikkonen, terzo. Al quarto posto si è classificato Daniel Ricciardo, partito dalla 12/a posizione con la Red Bull. Quinto Valtteri Bottas, con la seconda Mercedes. A punti sono andati anche Pierre Gasly (Fra/Toro Rosso), sesto, Kevin Magnussen (Haas), settimo, Fernando Alonso (McLaren), ottavo, Carlos Sainz (Renault), nono, e Romain Grosjean (Haas), decimo [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

“Il massimo che puoi ottenere è quando vinci ma, considerando che su questa pista non è mai facile, la squadra e i ragazzi hanno lavorato con determinazione. Va bene così”. Maurizio Arrivabene guarda nel secondo e terzo posto delle Ferrari al Gp d’Ungheria come a un buon risultato soprattutto per la scuderia. “La settimana prossima non saremo ancora in vacanza – aggiunge, a Sky, il team principal delle ‘Rosse’ – l’importante è lavorare con serenità e determinazione. Oggi comunque guadagniamo punti nei costruttori. L’affidabilità è importante, ci rivediamo in Belgio”.

“Il secondo posto non era quello che volevamo per questo fine settimana, ma è stato il massimo che abbiamo potuto raggiungere”. Così Sebastian Vettel, dopo il Gp d’Ungheria, vinto da Lewis Hamilton, che si allontana un po’ in classifica generale. Il pilota della Ferrari è riuscito a superare Valtteri Bottas negli ultimi giri, insieme con Kimi Raikkonen, conquistando la seconda piazza. A Sky ha detto: “Abbiamo avuto un piccolo problema al pit-stop, poi ho dato tutto per prendere Bottas. Sapevo che le sue gomme si sarebbero degradate sempre di più e ho aspettato fino alla fine per attaccarlo, la scelta giusta”. Interrogato sul contatto col finlandese della Mercedes dopo il sorpasso, il tedesco ha ammesso: “Io ormai ero davanti, ho sentito un colpo da dietro e ho visto che c’erano Valtteri e Kimi”. La Ferrari è uscita indenne dall’urto, mentre Bottas ha avuto dei danni all’ala anteriore.

“E’ stata una giornata bellissima, ma davvero molto dura. E’ davvero un bonus per noi portare a casa questi punti”. Lewis Hamilton, a Sky, dopo la vittoria a Budapest, nel Gp d’Ungheria. “Siamo arrivati qui, sapendo che le Ferrari sarebbero state davvero veloci. Io sono riuscito a condurre una gara di gestione del passo. E’ andato tutto bene, devo ringraziare tutto il team per il lavoro che ha svolto”, ha aggiunto il britannico della Mercedes, che prima della sosta estiva si trova alla guida del Mondiale, con 24 punti di vantaggio su Sebastian Vettel. “Adesso c’è la pausa e io sono davvero contento per come siamo andati forti nelle ultima gare. Non starò certo a riposarmi. Non mi piace, farò molte attività, perché preferisco allenarmi, in modo da essere pronto per la ripresa del Mondiale”.

La classifica piloti del Mondiale di Formula 1, Hamilton in testa

La classifica piloti del Mondiale di Formula 1, Hamilton in testa

La classifica piloti del Mondiale di Formula 1, Hamilton in testa

L’ordine di arrivo del Gran Premio d’Ungheria di Formula 1