Partita la stagione sulle piste del mondo Ferrari e Ducati il piatto forte della programmazione tv

Partita la stagione sulle piste del mondo Ferrari e Ducati il piatto forte della programmazione tv: oltre 320 gare in 43 weekend

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 5 Marzo 2023 - 17:41 OLTRE 6 MESI FA
stagione

Ferrari

Partita la lunga stagione sulle piste di tutto il mondo: 43 weekend, 20 campionati, oltre 320 gare, dalla Formula Uno alla Motogp. Un 2023 da capogiro.

Con una novità assoluta: l’ingresso del Wec, il Mondiale Endurance che quest’anno vedrà l’esordio nella categoria HyperCar della Ferrari che dopo 50 anni di assenza torna a caccia della vittoria assoluta alla 24 Ore di Le Mans.

PIATTO FORTE: FORMULA 1 E MOTO GP.

Naturalmente Ferrari e Ducati costituiscono il piatto forte della stagione non solo televisiva. La Formula Uno apre ufficialmente venerdì 3 marzo in Bahrein con le prove libere, domenica 5 il primo GP di un campionato lungo che terminerà ad Abu Dhabi il 26 novembre. In tutto 23 gare con il previsto duello Red Bull, Mercedes e Ferrari.  La MotoGP alzerà il sipario in Portogallo (11-12 marzo) per i test ufficiali. Il 26 marzo sulla stessa pista di Portimao si aprirà il Mondiale con 21 gare in calendario. Le prime 6 gare saranno trasmesse in chiaro su Tv 8 , ovvero fino al GP d’Italia al Mugello ( 11 giugno).

OLTRE 320 GARE IN 43 WEEKEND DELLA STAGIONE

Marzio Perelli, di SKY Italia, ha detto: ”Per la Formula Uno abbiamo fatto un accordo in esclusiva fino al 2027. Speriamo sempre in un campionato all’avanguardia per la Ferrari. Per la Moto GP abbiamo una moto (Ducati) e un pilota italiani campioni del mondo, con la novità di una rivalità tra Pecco Bagnaia ed Enea Bastianini”.

DUE APPUNTAMENTI IN ITALIA: IMOLA E MONZA.

La Formula Uno, piatto forte della programmazione, prevede 2 gran premi in Italia prestigiosi: il 21 maggio con il GP del Made in Italy e dell’Emilia Romagna a Imola; poi il classico appuntamento del 3 settembre a Monza. La novità della F1 è l’ingresso della gara di Las Vegas ( 18 novembre) a conferma di quanto questo sport stia avanzando negli USA che rappresentano un mercato molto ghiotto per il Circus.