VIDEO YouTube. “Much Loved”, film su prostituzione è “oltraggio”: censurato in Marocco

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Giugno 2015 15:20 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2015 15:23
Much Loved", film su prostituzione in Marocco è "oltraggio": censurato

Much Loved”, film su prostituzione in Marocco è “oltraggio”: censurato

MARRAKECH (MAROCCO) – “Much Loved” è un film di Nabil Ayouch che racconta la prostituzione in Marocco. Presentato alla Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes, è stato censurato dal governo del paese africano, che ha imposto il divieto di proiezione della pellicola nelle sale del regno perché il film rappresenta una “grave offesa per i valori morali e per la la donna marocchina”, oltre che una “offesa per l’immagine” del Paese.

‘Much Loved’ affronta il tema della prostituzione proponendo i ritratti di diverse donne. “Le autorità marocchine competenti hanno deciso di non autorizzare la proiezione” del film, si legge in un comunicato del ministero della Comunicazione del governo guidato dal partito di ispirazione islamica Giustizia e Sviluppo (Pjd). La censura è scattata dopo che “esperti del Centro cinematografico marocchino hanno visionato il film durante una proiezione nell’ambito di un festival internazionale”, spiegano le autorità con un chiaro riferimento al Festival di Cannes.

La decisione arriva dopo che la pellicola di Ayouch, regista francese di origini marocchine già noto anche per il film ‘Les chevaux de Dieu’ dedicato agli attentati di Casablanca del 2003, ha suscitato non poche polemiche in Marocco con la sua trama che si sviluppa dalla notte all’alba in una Marrakech senza sole in cui le protagoniste sono donne che vivono dando amore a pagamento. A seguire alcune scene della pellicola.

5 x 1000