Ghiacciai: se si sciolgono, apocalisse Europa. La simulazione: cancellate Venezia e Roma, Istanbul…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Agosto 2019 9:38 | Ultimo aggiornamento: 1 Agosto 2019 9:38
Ghiacci, se si sciolgono Apocalisse Europa

Scioglimento ghiacci: Istanbul sommersa, la simulazione

ROMA – Nel 2014 gli scienziati sono giunti a un punto fermo sul riscaldamento globale: il livello di scioglimento dei ghiacciai del Polo Sud stava arrivando rapidamente al punto di non ritorno. Lo scioglimento è proseguito inarrestabile, l’innalzamento delle acque irreversibile: altre stime preconizzano il 2050 come anno dell’estate senza ghiaccio al Polo Nord, sulle Alpi, così come in molte altre parti del mondo, la maggior parte dei ghiacciai fonderanno del tutto entro il 2100.

Ma cosa succederebbe alla vecchia Europa il giorno in cui il ritiro dei ghiacciai del pianeta diventasse definitivo? Siamo ovviamente nel campo delle simulazioni a tavolino, ma il risultato suona terribile, una vera apocalisse di un nuovo diluvio universale.

Se tutto il ghiaccio della Terra dovesse sciogliersi, il livello dei nostri oceani si alzerebbe di 65 metri, per le principali città costiere europee sarebbe la fine. Nel Sud-Est del Mediterraneo le acque si riverserebbero nel Mar Nero e nel Mar Caspio, inondando Istanbul e Odessa.

Il Mar Adriatico spingerebbe verso Nord cancellando Venezia. Sulla costa occidentale italiana Roma verrebbe inghiottita dal Tirreno, così come Marsiglia e Barcellona. Dei Paesi Bassi, per metà già sotto il livello del mare, non resterebbe nemmeno il ricordo. 

Ma insieme ad Amsterdam si inabisserebbero anche Copenaghen e Stoccolma. Inondate Londra e Dublino. A quel punto un centinaio di milioni di europei entrerebbero nel ciclo epocale delle migrazioni. (fonte Business Insider)