21 dicembre 2012, 3 giorni di buio? Cintura fotonica? Maya? Nasa e bufale del web

Pubblicato il 17 Dicembre 2012 12:18 | Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre 2012 12:18
 21 dicembre 2012, 3 giorni di buio? Cintura fotonica? Bufale del web e risposte della Nasa

21 dicembre 2012, 3 giorni di buio? Cintura fotonica? Bufale del web e risposte della Nasa

ROMA – 21 dicembre 2012, 3 giorni di buio? Cintura fotonica? Le bufale del web. Continuano a rincorrersi sul web, blog e forum indiscrezioni e leggende metropolitane. L’apocalisse Maya è vicina? Cosa succederà? Un asteroide colpirà la terra? Invasione aliena? Nibiru si materializzerà dal nulla e distruggerà la Terra? Ci sarà un inversione dei campi magnetici? Inutile smentire. Chi ci vuole credere continuerà a crederci, non c’è Nasa che tenga.

L’ultima profezia metropolitana parla di 3 giorni di buio in vista del 21 dicembre. Preparatevi. Prendete torce, candele, viveri e tutto ciò che è necessario. Il buio arriverà. Forse.

Leggi anche: “No apocalisse Maya, Sole o asteroidi ci uccideranno”: parla Margherita Hack

Ma perché 3 giorni di buio? Proviamo a dare una spiegazione. In molti sono convinti che la Terra passerà nella cintura fotonica in concomitanza con la fine del calendario Maya. Cos’è la cintura fotonica? Vediamo cosa si dice sul web:

Per Alex Dmitriev, geofisico russo, la cintura fotonica è una sorta di fascia di plasma magnetizzato che rischia di friggerci tutti come dei coleotteri maldestri nella lampada alogena.

Ma esiste davvero questa cintura fotonica? Cosa dice la Nasa? Naturalmente l’ente americano non ha mai confermato questa bufala mediatica, né avrebbe cambiato idea nel tempo. “Nessuno scienziato dell’ente spaziale, o di altra agenzia scientifica, ha mai confermato la mancanza di corrente elettrica nell’imminenza di tale data. In quei giorni non vi sarà alcun black-out mondiale dovuto ad allineamenti planetari che in realtà non ci saranno, e la Terra non transiterà per alcun anello chiamato cintura fotonica”.

Leggi anche: 21 dicembre 2012, l’industria della fine del mondo: feste, gadget e kit di sopravvivenza

In molti però affermano che è stata la stessa Nasa ad aumentare l’allerta. Viene citato un video, pubblicato su YouTube ma è un semplice messaggio di incoraggiamento ad essere pronti ad eventuali emergenze, estrapolato da una vasta campagna di preparazione del governo statunitense. Apocalittici e fan dei Maya di tutto il mondo, c’è poco fare. Il mondo non finirà. Ce ne dovremo fare una ragione.