I creazionisti cristiani Usa: “Il mostro di Loch Ness la prova contro Darwin”

Pubblicato il 26 Giugno 2012 16:23 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2012 16:23

Una presunta immagine del Mostro di Loch Ness

WESTLAKE (USA) – L’esistenza del Mostro di Loch Ness è una prova del creazionismo: lo sostengono i libri di testo dei fondamentalisti cristiani delle scuole della Louisiana, secondo quanto riporta l’Herald Scotland.

Per l’anno scolastico 2012-2013 migliaia di studenti di questo Stato dell’America più conservatrice riceveranno dei voucher statali per iscriversi alle scuole private, molte delle quali religiose.

Una di queste scuole, la Eternity Christian Academy, di Westlake usa i programmi A.C.E. ovvero “Accelerated Christian Education”, un corso di studi fondamentalista che insegna agli studenti “a guardare la vita dal punto di vista di Dio”.

Alcuni libri di testo del metodo A.C.E. trascendono dagli standard del creazionismo, e arrivano ad insegnare agli studenti che l’esistenza del Mostro di Loch Ness è una prova che l’evoluzione non è mai avvenuta.

Come riporta l’Herald Scotland, è scritto nel volume di Biologia 1099: “I dinosauri oggi sono vivi? Gli scienziati si stanno convincendo sempre più della loro esistenza. Avete sentito parlare del Mostro di Loch Ness in Scozia? “Nessie”, com’è soprannominato, è stato registrato dai sonar, descritto da testimoni oculari e fotografato. Nessie sembra essere una plesiosauria, cioè un rettile acquatico del Cretaceo.

Jonny Scaramanga, 27 anni, un tempo studiò sui libri del programma A.C.E., ma adesso è attivo contro il fondamentalismo cristiano. Scamaranga ha detto all’Herald Scotland che Nessie era presentato come “una prova che l’evoluzione non era mai avvenuta, e quindi una prova a sostegno del creazionismo”.