Fenomeno Sinner, vince a Rotterdam e diventa il primo italiano al terzo posto ATP

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 19 Febbraio 2024 - 08:53
sinner

Jannik Sinner FOTO ANSA

Jannik Sinner ha vinto il torneo di Rotterdam battendo in finale l’australiano De Minaur in 2 set (7-5, 6-4). Per l’azzurro si tratta del 12esimo titolo in carriera e resta imbattuto dalla finale delle ATP di Torino (19 novembre). Sinner ha battuto 7 volte su 7 De Minaur e ha raccolto la vittoria n. 202 in carriera e la 25esima consecutiva. Ma l’intera partita è stata una battaglia quasi feroce. Alla fine, dopo 2 ore e 5 minuti, Jannik ha prevalso pur non essendo al top della condizione. Ha servito poco più del 50% delle prime in campo e questo non lo ha affatto aiutato. Ai microfoni del Palasport ha riconosciuto il valore dell’avversario e ha ringraziato pubblico e organizzatori. Un signore.

PRIMO SET MOLTO EQUILIBRATO – Palasport di Rotterdam tutto esaurito, atmosfera magica “scaldata’” da un quartetto d’archi, ingresso trionfale di Jannik. Al via dopo le foto di rito con la mascotte e i rituali palleggi. Striscioni pro Sinner in tribuna, il campo viene ripulito dalle scorie della scenografia. Partenza alle 15.44 e primo game per l’australiano; subito l’1-1 con tre ace dell’azzurro. Terzo game a De Minaur. Quarto, quinto e sesto a Sinner (4-2). Con il quarto ace De Minaur accorcia (4-3). Se ne va la prima mezz’ora di gioco con un 5-3 per l’azzurro che diventa subito 5-4 dopo 37’. Sinner sciupa 4 set point ed è 5-5. Ma rimedia ed è 6-5; quindi 7-5 al 64’. Primo set per Jannik.

SECONDO SET MOLTO COMBATTUTO – Comincia come il primo, cioè col vantaggio australiano; subito matura il pari (1-1). Sorpasso De Minaur (1-2). Ma è 2-2 dopo 24’ e 3-2 dopo 36’. Super reazione De Minaur ed è 3-3. Ma Jannik sa replicare e va in vantaggio 4-3 e poi 5-3. Accorcia Alex, 5-4. Inizia la terza ora di gioco. E Sinner chiude la pratica in 5 minuti. Il set termina 6-4 e dopo 2h5. Il torneo di Rotterdam è suo con un bilancio stellare: 5 partite, 5 vittorie e da lunedi 19 febbraio è ufficialmente il numero 3 del mondo. Per l’azzurro le ovazioni di un “pubblico corretto” (parole di Sinner a fine match).

RANKIN AAGGIORNATO

1. Djokovic punti 9855 2. Carlos Alcaraz (9105), 3. Sinner (8270), 4. Medvedev (8265), 5. Rublev (5105), 6. Zverev (5030), 7. Rune (3700), 8. Huekacz (3600), 9. De Minaur (3210) 10. Fritz (3065).

IL COMMENTO A CALDO DI SINNER

L’azzurro ai microfoni del Palasport subito dopo il trionfo ha detto: ”Sono orgoglioso di come ho giocato questa settimana. Ancora una volta contro Alex, affrontarlo è sempre difficile. Mi piace giocare il doppio con lui, Alex è un giocatore gentile e penso che arriveranno per lui tanti successi. Sta migliorando ogni settimana. Con il mio team abbiamo fatto un gran lavoro due settimane fa e anche in questo torneo. Abbiamo avuto momenti difficili ma siamo nella giusta direzione. Cerchiamo sempre di migliorare. Un ringraziamento a tutti coloro che rendono possibile questo straordinario torneo. Il pubblico è stato meraviglioso anche quando ho giocato contro gli olandesi. Amo giocare questo torneo, appuntamento al prossimo anno”.