Atene, guerriglia allo stadio durante il derby: partita sospesa

Pubblicato il 19 marzo 2012 15:35 | Ultimo aggiornamento: 19 marzo 2012 19:00

ATENE (GRECIA) – Ad Atene, oltre alle violenze tra polizia e manifestanti dovute alla gravissima crisi sociale che sta passando la Grecia, ora ci si mettono anche le violenze legate al calcio.

Domenica 18 marzo, il derby della capitale tra Panathinaikos e Olympiacos Pireo è stato prima interrotto per due volte e poi definitivamente sospeso per gli incidenti, i fumogeni e le bombe carta lanciate in campo dai “tifosi” che hanno provocato una ventina di feriti tra le forze dell’ordine e circa 50 arresti.

I pompieri sono infatti dovuti intervenire con tre automezzi per spegnere gli incendi appiccati in diverse zone dello stadio da supporter  del Panathinaikos. L’inizio del secondo tempo è stato ritardato di 45 minuti a causa del continuo lancio di oggetti, razzi, petardi, fumogeni e bottiglie incendiarie contro la polizia. La partita è stata poi sospesa a 9 minuti dalla fine, quando il punteggio era di 1-0 a favore dell’Olympiakos. L’esplosione di diverse molotov vicino al terreno di gioco ha indotto l’arbitro Anastasio Kakos a mandare anticipatamente le squadre negli spogliatoi, e la partita non è più ripresa.

Durante i disordini venti poliziotti sono rimasti feriti, mentre oltre cinquanta persone sono state arrestate. Sono state sequestrate dieci bottiglie incendiarie, due coltelli, razzi e fuochi d’artificio proibiti.

Il capitano del Panathinaikos Kostas Katsouranis, ha detto che il mondo del pallone deve provare vergogna. “Questo non è calcio, certo è uno dei momenti peggiori per il football greco, non voglio neppure commentare la partita – ha dichiarato Katsouranis – Certo come squadra noi proveremo a vincere i prossimi incontri e lottare per un posto nei preliminari di Champions”. Imbarazzo anche nelle parole dell’allenatore del Panathinaikos, il portoghese Jesualdo Ferreira: “Avrei voluto parlare di un grande derby, purtroppo non posso farlo per quel che è successo. Come professionista, sono molto dispiaciuto per quel che ho visto, e come persona che ama il Panathinaikos certo non lo capisco”.

Il Panathinaikos, che in questa stagione è già stato punito per le violenze dei suoi tifosi verrà sottoposto martedì20 marzo al giudizio della commissione disciplinare della Federcalcio greca. Le sanzioni possibili comprendono la sconfitta per 3-0 a tavolino, una pesante ammenda che va da 120mila a  180mila euro e una penalizzazione in classifica.

(Foto Ap/LaPresse)

Il primo video che segue, mostra i tifosi del Panathinaikos che cercano lo scontro e bersagliano con fumogeni, bombe carta e poi anche molotov, la polizia:

Gli scontri tra tifosi e polizia in un video realizzato dal Telegraph: