Coppia gay aggredita a Roma: per un bacio in metro a Valle Aurelia un ragazzo li prende a pugni VIDEO

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 22 Marzo 2021 9:55 | Ultimo aggiornamento: 22 Marzo 2021 9:55
Coppia gay aggredita a Roma per un bacio in metro a Valle Aurelia: un ragazzo li prende a pugni VIDEO

Coppia gay aggredita a Roma per un bacio in metro a Valle Aurelia: un ragazzo li prende a pugni (Foto da video)

Coppia gay aggredita a Roma per un bacio in metro. Esatto, un ragazzo ha picchiato due ragazzi che si stavano baciando nella stazione Valle Aurelia. Un ragazzo ha cominciato a prenderli a pugni urlando: non vi vergognate? E tutto è stato ripreso in un video.

Come denunciato dall’associazione Gaynet Roma, a farne le spese sono stati Jean Pierre Moreno, un attivista Lgbt, e il suo compagno. Entrambi bersagli della violenza di un uomo, prima con le parole poi con calci e pugni.

Il video dell’assalto ha fatto presto il giro del web, suscitando sdegno e solidarietà bipartisan. Ma anche uno scontro politico tra Partito Democratico e Lega sull’iter della legge Zan contro l’omotrasfobia. Legge approvata in prima lettura alla Camera ma ferma al Senato.

Coppia gay aggredita a Roma per un bacio: il video

I fatti risalgono alla sera del 26 febbraio e sono emersi solo ora “per agevolare l’iter legale”, spiega l’associazione per i diritti delle persone omosessuali. “Mentre mi baciavo col mio compagno, abbiamo sentito improvvisamente un uomo urlare dalla banchina di fronte: ‘Che cosa fate? Non vi vergognate?’. Dopo avergli risposto: ‘Ma che ti frega?’ e aver ripreso a baciarmi col mio compagno, il tizio ha attraversato i binari e ci ha raggiunti, colpendo prima all’occhio il mio compagno”. Questa la testimonianza di Jean Pierre Moreno a Gaynews.

Nel video si vede l’aggressore che si avvicina ai ragazzi e uno dei due che reagisce domandandogli: “Ma che problema hai? Ma chi sei?”. L’uomo viene ripreso mentre continua a sferrare pugni e calci, dando inizio ad una colluttazione.

Coppia gay aggredita a Roma: la polemica diventa politica

Gaynet sta seguendo la vicenda grazie al supporto legale di Rete Lenford. L”auspicio è che “si faccia tutto il possibile per l’identificazione dell’aggressore”. Per questo al vaglio della polizia ci sono le immagini delle telecamere della stazione.

Intanto, la politica si interroga sull’omofobia ma torna anche a litigare. Giorgia Meloni si dice “scioccata” da “questa assurda e brutale violenza” parlando di “immagini indegne per un paese civile”. Il deputato dem Alessandro Zan, relatore del ddl, annuncia che ne chiederà subito la calendarizzazione al Senato. “Meloni scioccata? Quale migliore occasione per essere compatti al Senato – commenta-  Occasione che alla Camera la Meloni ha perso non votando il testo, facendo anche ostruzionismo”.

Anche per Gaynet “l’approvazione finale della legge” in questione potrebbe essere “una prima ed efficace risposta all’enorme ritardo dell’Italia in tema di diritti civili delle persone Lgbti”.