Grecia, ritrovate 57 borse piene di marchi del Terzo Reich

Pubblicato il 10 Aprile 2012 12:56 | Ultimo aggiornamento: 10 Aprile 2012 13:11

ATENE – Ben 57 borse piene di marchi tedeschi del Terzo Reich, risalenti al periodo dell'occupazione nazista della Grecia (1941-1944) sono state ritrovate in un locale dimenticato della Banca di Grecia ad Atene ed ora il ministero delle Finanze ha deciso di istituire un'apposita commissione per decidere che cosa farne. Lo riferisce il quotidiano ateniese Kathimerini.

Nell'ambito di una ricerca da tempo avviata di tutti i documenti relativi ad una eventuale richiesta di risarcimento di danni di guerra alla Germania, il ministero delle Finanze ha deciso di nominare a far parte della commissione sei esperti che dovranno proporre quale sara' il destino dei 14,334.000 marchi rimasti in Grecia dopo la fine dell'occupazione nazista.

Il compito affidato alla commissione – secondo una nota firmata dal ministro Filippos Sachinidis – comprende "l'ispezione delle 57 borse e la presentazione di una proposta riguardo il fatto se esista alcun motivo per trattenerle ulteriormente, il loro possibile utilizzo per altri scopi o la loro distruzione, dato che oggi il loro valore puo' essere esclusivamente storico".

Secondo fonti del ministero, la Banca di Grecia aveva informato circa un anno fa il ministero delle Finanze circa l'esistenza delle borse con i vecchi marchi tedeschi ma, dal momento che le banconote hanno solo un valore storico, il ministero aveva rinunciare ad intraprendere alcuna iniziativa.

Tuttavia, in seguito ad un acceso dibattito che sta infuriando nel Paese sulla possibilita' che il governo di Atene possa chiedere i danni di guerra a quello di Berlino, Sachinidis adesso ha deciso di vedere come si possono utilizzare quelle vecchie banconote.