Serie B, Novara-Siena

Pubblicato il 1 maggio 2011 8:00 | Ultimo aggiornamento: 5 ottobre 2012 16:25

NOVARA-  Lasciamo stare la collezione autunno-inverno: collezione di punti, nel caso del Novara, che in quei mesi aveva insediato la squadra di Tesser stabilmente in testa al campionato di serie B e che l’aveva portata, a inizio dicembre, a un bel +6 nei confronti dell’ambizioso Siena. Lasciamo stare quell’epoca, appunto, ma almeno teniamo conto dell’inizio di marzo, quando toscani e novaresi si fronteggiavano a pari punti ai vertici della classifica. Come dire che solo poche settimane fa Novara-Siena sarebbe stato uno scontro diretto per la promozione dalla porta principale, senza passare dai playoff. Oggi, per contro,il Novara arranca a caccia della certezza degli spareggi, a 12 punti dalla squadra di Antonio Conte, il cui unico problema invece non è più “se” sarà promossa direttamente, ma solo “quando”. Insomma, Novara e Siena profaneranno la sacralità del pranzo domenicale piemontese (l’appuntamento è al Piola per le 12.30) e del 1° maggio per affrontarsi con obiettivi molto diversi, e sono in tanti in Piemonte a chiedersi cosa è cambiato e perché.

orgoglio azzurro — Ma c’è chi si smarca da questi interrogativi: primo fra tutti, Attilio Tesser, allenatore del Novara. “Noi siamo ancora in una gran bella situazione – ribatte con orgoglio -. Non dimentichiamo che siamo una neo promossa, e che l’obiettivo in partenza era la salvezza.