Torino-Palermo 0-0, squadre fischiate dai tifosi

Pubblicato il 3 Marzo 2013 17:18 | Ultimo aggiornamento: 3 Marzo 2013 17:18
Torino-Palermo 0-0, squadre fischiate dai tifosi

Torino-Palermo, Giampiero Ventura (LaPresse)

TORINO – I fischi dello Stadio Olimpico accompagnano Torino e Palermo al termine di un deludente 0-0 nella gara dell’ora di pranzo.

Per il Toro e’ il sesto pari a reti nulle della stagione, per il Palermo un punto che non permette di risalire posizioni in classifica. Che la gara sia fondamentale per entrambe le squadre lo si capisce nel primo quarto d’ora di gara quando l’atteggiamento guardingo prevale su ogni iniziativa: la pressione del Palermo e’ forte, il Toro risponde con ripartenze repentine soprattutto sfruttando la maggior dinamicita’ dalla corsia destra.

Da una di queste giocate granata nasce la prima grande occasione quando, a cavallo del 15′, Brighi ruba palla a centrocampo, scambia con Cerci e serve una palla in mezzo sulla quale il velo di Bianchi prima e la caduta di Barreto liberano alla conclusione Vives che batte incredibilmente alto.

La sfida e’ una partita a scacchi soprattutto dal punto di vista tattico, con due moduli cosi’ diversi tra loro che permettono continui capovolgimenti di fronte e buone circolazioni di palla, anche se le occasioni da gol sono una rarita’.

Una di queste, la piu’ interessante del primo tempo, capita sul piede destro di Bianchi al 20′, ma la gran botta da fuori del numero 9 granata va a stamparsi sul montante basso alla destra dell’ex Sorrentino.

Il Palermo palesa ancora una volta evidenti difficolta’ sotto porta e nella prima frazione si segnala per un paio di conclusioni di Fabbrini e per un colpo di testa di Boselli che non impensieriscono Gillet. Secondo tempo sulla falsa riga del primo con il Palermo piu’ aggressivo e Torino spesso obbligato a lavorare la palla nella propria meta’ campo.

Ventura da una parte e Gasperini dall’altra provano a dare piu’ linfa vitale ai rispettivi attacchi nel tentativo di andarsi a prende i tre punti e mettono in campo Santana e Miccoli, ma la situazione non cambia di molto anche perche’ i moduli rimangono pressoche’ invariati. Non aiuta di certo la temperatura: un sole caldo e decisamente primaverile mette in difficolta’ le due squadre ed affievolisce le energie.

Al 23′ l’occasione capita a Miccoli, servito dall’intraprendente Garcia: il bomber di Nardo’ prova il pallonetto dal limite, ma la sfera finisce alta sopra la traversa.

Come nel primo tempo, il Torino viene fuori solamente a tratti e nel finale manca clamorosamente per due volte il gol vittoria: al 39′ cross di Cerci, allunga Meggiorini, ma D’Ambrosio sul secondo palo non trova la palla, mentre due minuti piu’ tardi lo stesso Meggiorini calcia addosso a Sorrentino con la porta completamente spalancata. Ultimo acuto di una sfida nel complesso assai deludente.