VIDEO YouTube Isis fa strage di donne e bambini a Kobane: 170 vittime

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Giugno 2015 17:56 | Ultimo aggiornamento: 29 Giugno 2015 9:14
Combattimenti a Kobane

Combattimenti a Kobane

LIBANO, BEIRUT – È salito a 174 morti, compresi donne e bambini, il bilancio dei civili uccisi dallo Stato Islamico (Isis) prima di lasciare Kobane, nel nord della Siria al confine con la Turchia, riconquistata sabato dai combettenti curdi dell’Ypg, le Unità di protezione del popolo curdo. Lo rende noto l’Osservatorio siriano per i diritti umani.

Dopo aver ripreso il controllo di Kobane, i curdi dell’Ypg e la polizia locale stanno cercando eventuali jihadisti dello Stato Islamico che potrebbero ancora essere nascosti in città.

Gli attivisti dell’Osservatorio fanno inoltre sapere sul loro sito che negli scontri per la riconquista di Kobane sono anche stati uccisi 54 miliziani dell’Isis, mentre sono 16 i curdi dell’Ypg che hanno perso la vita negli scontri.

Sono invece 200, compresi donne e bambini, le persone rimaste ferite. Si teme che il bilancio possa aumentare per le condizioni critiche di alcuni di loro. Alcuni testimoni hanno riferito che i jihadisti sparavano su tutto ciò che si muoveva.