Scuola/ Via libera del Governo alla riforma degli istituti tecnici e professionali

Pubblicato il 28 Maggio 2009 10:40 | Ultimo aggiornamento: 28 Maggio 2009 13:40

Il Consiglio dei ministri ha approvato due regolamenti che riformano gli istituti tecnici e gli istituti professionali. A darne notizia è il ministero dell’Istruzione, che sottolinea come l’ultimo riordino fosse datato 1931.
Le norme introdotte con i nuovi regolamenti riorganizzano e potenziano questi istituti a partire dall’anno scolastico 2010-2011 come scuole dell’innovazione.

«Il rilancio della cultura tecnica e professionale – ha spiegato il ministro Mariastella Gelmini – è la migliore risposta della scuola alla crisi, perché favorisce la formazione del capitale umano necessario per il rilancio del made in Italy e perché consente una pluralità di scelte formative integrate con la formazione professionale regionale, in contrasto con i rischi di dispersione scolastica. Recenti indagini dimostrano che esiste una domanda di tecnici che è esattamente il doppio dell’offerta (300mila tecnici richiesti dalle imprese contro i 140mila attualmente offerti).
Iscriversi ai nuovi istituti tecnici e professionali consentirà ai giovani maggiori opportunità occupazionali e una riduzione dei tempi di transizione tra scuola, formazione e lavoro».