Equitalia meno “cattiva”: aggio dal 9 al 7%, più rate, rimborso dei crediti

Pubblicato il 17 Maggio 2012 12:57 | Ultimo aggiornamento: 17 Maggio 2012 13:04

ROMA – Da domani Equitalia diventa meno “cattiva”: riduce l’aggio (ovvero il prezzo che ogni cittadino che ha ricevuto una cartella esattoriale gli paga per il servizio di riscossione) dal 9 al 7% e allunga le rate con cui è possibile pagare il debito contratto. Un’altra buona notizia arriva per le aziende: lo Stato ha messo a disposizione oltre 2 miliardi per i rimborsi dei crediti Iva a favore delle imprese. Ad annunciare queste misure è stato il premier Mario Monti durante il suo incontro nell’Agenzia delle Entrate.

Il presidente del Consiglio Monti, nel corso dell’incontro all’Agenzia delle Entrate, ha sottolineato le misure adottate per aiutare i cittadini e le fasce produttive del Paese varate dal governo: “La prima riguarda proprio la possibilità di rateizzare il debito contratto con il fisco. Da marzo Equitalia ha innalzato da 5 mila a 20 mila euro la soglia d’importo per ottenere automaticamente la rateizzazione. L’obiettivo è proprio quello di riuscire a favorire chi è in difficoltà consentendogli di poter pagare il dovuto al fisco, anche prorogando di ulteriori 72 rate il piano di dilazione già concesso. Allo stesso tempo sono stati messi a disposizione oltre 2 miliardi di euro per i rimborsi dei crediti Iva a favore delle imprese, degli artigiani e dei professionisti. Un provvedimento che è a beneficio di oltre 11 mila imprese e che speriamo si possa presto collegare anche il tema urgente e necessario dei rimborsi della Pubblica Amministrazione”.