Baby squillo, 2000 files pedopornografici. Chi sono Bambolina 302 e Monica bsx?

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Marzo 2014 10:09 | Ultimo aggiornamento: 18 Marzo 2014 10:09
Baby squillo, 2000 files pedopornografici. Chi sono Bambolina 302 e Monica bsx?

Baby squillo, 2000 files pedopornografici. Chi sono Bambolina 302 e Monica bsx?

ROMA – Oltre duemila files pedopornografici sequestrati: c’è anche questo agli atti dell’inchiesta sulle baby squillo dei Parioli. Immagini e fotografie trovate sul computer del commercialista Riccardo Sbarra, uno dei primi nomi a saltare fuori dalla famigerata lista clienti. Ma non solo, gli inquirenti indagano anche su alcuni account sospetti che partecipavano allo scambio di materiale, foto e video postati su siti internet in un giro di pedopornografia dedicato alle due lolitine, costrette a farsi filmare e fotografare nude per guadagnare più soldi.

Gli utenti ancora da smascherare sono quelli di Bambolina 302 o Monica bsx, ma si tratta di un filone dell’inchiesta dai contorni ancora foschi e poco chiari. Chi si nasconde dietro quei nickname? Altri adulti coinvolti nel losco giro o, peggio, altre minorenni?

Per il momento in mano agli inquirenti restano i files trovati in quel computer che Sbarra lanciò dalla finestra al momento del suo arresto. Gli avvocati Piergiorgio Micalizzi e Agostino Mazzeo, hanno sostenuto che Sbarra “non aveva consapevolezza che si trattasse di under 18, come hanno spiegato anche le giovani durante l’interrogatorio in sede di incidente probatorio”. Eppure il materiale sul duo pc parla chiaro:

“Più di duemila files complessivi, prodotti mediante sfruttamento sessuale di minori raffigurati nel compimento di atti sessuali o comunque nudi, oltre a un filmato Mp4 riproducente una minore di anni 14 che si riprendeva nelle parti intime”.